Soggiorni di educazione ambientale a Fabrezza in Valsalarno (Valcamonica) - Archeocamuni

Scuola Natura in Valcamonica

Nell'ambito del progetto di educazione ambientale proprio di Archeocamuni, una parte del personale, specificamente addestrato, si dedica ai gruppi che desiderano avvicinarsi alla natura. Suo campo di azione peculiare sono gli aspetti naturalistici di Valcamonica, in particolare quelli della media-alta montagna, come è possibile cogliere nel

CENTRO DI EDUCAZIONE AMBIENTALE di FABREZZA nella verdissima Valsalarno (Valcamonica)

Panorama sulla Valsalarno (Valcamonica)Gli animatori del settore naturalistico alpino assicurano lo svolgimento dei programmi previsti, affiancando gli insegnanti nella cura degli allievi. I programmi di ciascuna esperienza di soggiorno, con informazioni dettagliate sui contenuti, i tempi e i costi, vengono preventivamente inviati alle scuole richiedenti ed adattati alle specifiche esigenze di ogni soggiorno.

Informazioni possono essere richieste alla Segreteria Archeocamuni.

Fabrezza

La località Fabrezza in Valsalarno (Valcamonica)È una località posta in Valsaviore, nel territorio del Comune di Saviore dell'Adamello. Adagiata a 1430 metri su un gradino glaciale affacciato sui dolomitici dirupi della Concarena, è naturale porta d'accesso meridionale al massiccio dell'Adamello, del cui Parco Regionale fa parte. Una comoda carrozzabile asfaltata collega la località all'abitato di Saviore, inoltrandosi per quattro chilometri nella magica atmosfera della grande foresta di abeti.

Il luogo, isolato, ospita l'Hotel Stella Alpina ed il Centro di Educazione Ambientale. La sua quiete, la ricchezza della foresta e delle acque, la bellezza del panorama e la facile raggiungibilità ne fanno luogo ideale per una ricerca naturalistica.

Destinatari delle esperienze

Allievi al Lago Salarno, Valsalarno (Valcamonica)Le esperienze sono destinate ad allievi di età compresa fra 6 e 13 anni. Sono ammessi gruppi di entità numerica compresa fra 10 e 30 unità ogni volta. Entità superiori non possono essere accettate per insufficiente ricettività alberghiera.

In piena natura, sotto il cielo

L'ambiente circostante Fabrezza si presta egregiamente alla ricerca naturalistica da parte dei ragazzi. Benchè avaro di ampi pianori, il territorio è ricco di sentieri che vi intessono una fitta rete di passaggi.

Regolati dagli animatori su percorsi talvolta faticosi, ma sempre scelti fra quelli privi di rischi, gli allievi spaziano in ambienti diversi. La foresta, il prato, il pascolo, la pietraia, il lago, il torrente si offrono alla curiosità degli allievi che ne indagano attivamente gli aspetti salienti.

Orienteering costante

Allievi al Lago Salarno, Valsalarno (Valcamonica)Ogni allievo è dotato di carte topografiche personali. I percorsi, preventivamente tracciati e studiati in cerchi preparatori, sono seguiti con tecniche di orientamento. L'acquisizione delle conoscenze sulle simbologie cartografiche, sui punti cardinali e sulle funzioni essenziali della bussola è compiuta in modo pratico e attivo da parte di ciascun allievo, che è indotto a riconoscere gli elementi del territorio nei simboli grafici.

Preparazione

Preparazione in aulaRiuniti nell'aula, gli allievi preparano le escursioni (obbiettivi, modalità organizzative, lettura delle carte...), effettuano sintesi delle esperienze, scambiano informazioni e danno forma scritta alle riflessioni personali.

Ricerca minuziosa e attiva

Ricerche nel bosco, Valsalarno (Valcamonica)Ogni allievo è responsabile della propria ricerca, che deve condurre con una dotazione di attrezzi e strumenti personali e collettivi. Schede di lavoro appositamente redatte secondo gli obbiettivi da conseguire sono assegnate a ciascuno di volta in volta.

Disegno, annotazioni, raccolta di campioni, scambio di informazioni sono strumenti abituali in tutti i percorsi.

A fine esperienza un fascicolo personale raccoglierà tutti gli elaborati e consentirà di portarli a scuola.

Riconoscere per capire

Genziane, Valsalarno (Valcamonica)L'analisi minuziosa dei dettagli del mondo vegetale propizia il riconoscimento di alcune delle più tipiche specie dell'ambiente di montagna. La  metodologia impiegata dagli animatori è quella del confronto fra elementi simili di specie diverse. I criteri di eguaglianza, similitudine e diversità, impiegati grazie a schede di indagine e disegno guidato sul campo, 'costringono' all'osservazione e all'approfondimento.

Il riconoscimento non esaurisce la ricerca ma diventa strumento di valutazione del complesso ambientale e delle relazioni che legano tutte le forme di vita nell'ambito dei luoghi esplorati.

Leggere il territorio

Camminare costantemente in estensione e in altitudine offre un'incredibile  varietà di aspetti, forme, colori da esaminare e valutare. Ricche evidenze geomorfologiche si prestano a leggere il territorio per ricostruirne la genesi e l'evoluzione. Così è possibile riconoscere i caratteri e la nomenclatura relativa alle valle alpina, scoprire nelle forme levigate delle rocce e nella sezione 'ad U' delle valli l'escavazione glaciale, intuire nei graniti la storia magmatica dell'Adamello e il dramma della crosta terrestre.

Incontri affascinanti

Scoiattolo, Valsalarno (Valcamonica)Incontrare gli animali nel loro habitat non è frequente, ma, quando avviene, lascia negli allievi un'impronta istintiva e profonda, che rappresenta l'obbiettivo vero dell'esperienza.

Il popolo instancabile delle Formiche

Formicaio, Valsalarno (Valcamonica)Un'esperienza indimenticabile per gli allievi è la scoperta dei grandi acervi della Formica Rufa che popola la foresta di Fabrezza.

In condizioni di normale praticabilità, gli allievi giungono al Villaggio delle Formiche lungo un percorso che risale volutamente 'la ganda', un'antica frana di macigni sui quali ciascuno si misura con le difficoltà di una piccola emozionante arrampicata.

Movimenti e voci dell'acqua

Multiformi sono i movimenti dell'acqua nel letto del torrente. Variegate ne sono le voci. Gli allievi, 'dentro' lo straordinario concerto, lo ritraggono. Infine, trasformati in acqua, danzano col torrente.

Montagne e acque di leggenda

Nei silenzi magici della montagna, gli allievi danno vita a leggende arcane. I fiori, il vento, le nuvole, gli alberi, il ghiacciaio si trasformano in personaggi: Regina Luce, I Quattrocento Cavalieri, Ussdulsa, Canto Fiorito, Malefit accendono nei loro cuori la Luce che sconfigge il Buio e la Paura.

Laghetto alpino, Valsalarno (Valcamonica)

L'ospitalità

Hotel Stella Alpina, Fabrezza, Valsalarno (Valcamonica)Hotel Stella Alpina, loc. Fabrezza, Saviore dell'Adamello, Brescia.

La struttura offre camere confortevoli e un piacevole servizio di ristorazione, il tutto immerso nell'incontaminata e incantevole natura della Valsalarno.

Eppure, quanto ci piace un bel pic-nic sulla Tavola dei Giganti, a quota 1900 !!!

Picnic a quota 1900!